Porto e Logistica
Energia e inquinamento
Infrastrutture
Turismo
Waterfront
Città delle Bormide
Piana di Albenga
Alassio e Baie del Sole
Paesaggio
Innovazione rurale
Parchi
Riserve Marine
Carichi ambientali
Sicurezza territoriale
 

HOME | IL PTC | OBIETTIVI | PROGETTI INTEGRATI | CARTOGRAFIA | FAQ | LINK | CERCA | EVENTI

Obiettivi Strategici

Piano Territoriale di Coordinamento della Costa

Il Piano Territoriale di Coordinamento della Costa ligure, adottato nel Febbraio 1999, è il primo documento redatto dalla Regione Liguria che tenta di affrontare il problema della gestione della costa e dell'ambiente marino secondo un approccio integrato ed ispirato ai principi dello sviluppo sostenibile. Il Piano, infatti, 'persegue la finalità di ricercare un miglioramento della qualità paesistica ed ambientale della fascia costiera favorendo nel contempo tutte le iniziative capaci di innescare una crescita economica ed occupazionale della regione'. Tale finalità si traduce nei seguenti obiettivi più dettagliati:

  • la tutela e la valorizzazione dei tratti di costa emersa e sommersa con valore paesaggistico, naturalistico ed ambientale;
  • la riorganizzazione e la riqualificazione dei tratti costieri urbanizzati;
  • la difesa del litorale dall'erosione marina ed il ripascimento degli arenili;
  • lo sviluppo della fruizione pubblica e dell'utilizzo turistico e ricreativo della zona costiera;
  • l'adeguamento e lo sviluppo del sistema della portualità turistica;
  • il riuso, in forma integrata e coordinata, dei tratti di ferrovia dismessi o da dismettere lungo la costa;
  • il miglioramento delle condizioni della viabilità costiera.

Pur essendo nato come strumento prevalentemente urbanistico territoriale, il Piano ha, tuttavia, lasciato sempre più spazio alle considerazioni di natura ambientale, integrandole con gli aspetti urbanistici, amministrativi e gestionali. Tutte le elaborazioni del Piano, risultano, pertanto, pervase dai principi dello sviluppo sostenibile, inteso come politica volta a soddisfare esigenze di produzione di ricchezza, tutela ambientale ed equità sociale. Tali principi costituiscono quindi un riferimento nella formulazione di alcuni obiettivi di tutela e di sviluppo. Non a caso il Piano nasce e si sviluppa nel clima culturale della nuova LUR n. 36/97 ed assume come base di partenza il quadro della conoscenza (uso del suolo, aspetti ambientali, aspetti paesistici, aspetti insediativi, le spiagge, la portualità turistica), non lontano dal concetto di Descrizione Fondativa introdotto dalla suddetta Legge Urbanistica.

 
torna