Riferimenti Normativi
Descrizione Fondativa
Documento degli Obiettivi
Struttura del piano
Banca Progetti
Osservatorio Urbanistico
S.I.T.
Norme
 

HOME | IL PTC | OBIETTIVI | PROGETTI INTEGRATI | CARTOGRAFIA | FAQ | LINK | CERCA | EVENTI

Illustrazione del Piano Territoriale di Coordinamento: la Descrizione Fondativa-Rapporto Esplicativo

Aree boscate e politiche forestali

In tutta la Provincia esiste una netta dominanza dei boschi di proprietà privata: essi sono estesi per circa 70.000 ha, con un rapporto di 7:1 rispetto ai boschi di proprietà pubblica.
La elevata frammentazione della proprietà e il basso reddito ricavabile dal bosco fanno sì che i boschi di proprietà privata siano spesso abbandonati a sè stessi.
I boschi di proprietà pubblica non fanno però eccezione a questa regola; solo 25 dei 69 Comuni della Provincia di Savona dispongono di un Piano di assestamento relativo alle aree boscate pubbliche.
Molti di questi Piani di assestamento sono peraltro scaduti e/o sono in attesa di una verifica.
I Piani di assestamento forestale previsti dalla legislazione nazionale e regionale perseguono la finalità di ottimizzare l'uso del bosco intervenendo sulla biomassa esistente con tagli programmati e operazioni selvicolturali di salvaguardia o di miglioramento del patrimonio boschivo.
Essi hanno il duplice scopo di consentire il prelevamento di una massa legnosa da destinare ai vari usi commerciali e di fare contemporaneamente tendere la copertura forestale verso uno stato ideale.
In generale, nei Comuni della Provincia di Savona in cui prevalgono boschi di buona qualità e stato, i Piani di assestamento sono rivolti principalmente ad azioni di miglioramento boschivo ai fini di una maggiore produzione.
I Comuni in cui abbondano superfici boschive di scarsa qualità o frequentemente percorse da incendi indirizzano il Piano di assestamento verso un miglioramento ai fini di salvaguardia o ai fini di tutela ambientale.

Consulta il documento

 
torna