Riferimenti Normativi
Descrizione Fondativa
Documento degli Obiettivi
Struttura del piano
Banca Progetti
Osservatorio Urbanistico
S.I.T.
Norme
 

HOME | IL PTC | OBIETTIVI | PROGETTI INTEGRATI | CARTOGRAFIA | FAQ | LINK | CERCA | EVENTI

Illustrazione del Piano Territoriale di Coordinamento: la Descrizione Fondativa-Rapporto Esplicativo

Sistema portuale della logistica

Per quanto riguarda il sistema portuale e della logistica le ipotesi di potenziamento, previste dal nuovo Piano Regolatore, del Porto di Savona - Vado, sembrano confermate dal trend positivo dei traffici marittimi e dalla recente realizzazione di nuove opere portuali alcune delle quali in corso o in fase di avvio.

Progetti e interventi sono in corso anche sul sistema infrastrutturale locale per il miglioramento dell'accessibilità ai porti di Savona e Vado mediante nuovi raccordi alla rete ferroviaria e autostradale ormai quasi completati per il porto di Vado, mentre le ipotesi di potenziamento del porto di Savona e le soluzioni per la migliore accessibilità saranno verificate con le esigenze di riqualificazione dell'area urbana del comune capoluogo.

Il porto di Savona - Vado è oggi dotato di aree di retroterra portuale per lo stoccaggio delle merci e tuttavia necessita di nuove aree logistiche che possono essere reperite nell'immediato retroterra portuale e nella vicina Vallebormida.

L'ipotesi di definizione della regione logistica del Nord - Ovest così come proposta nel documento del luglio 1999, predisposto dalle Amministrazioni Provinciali di Savona, Genova e Alessandria, appare di rilevante interesse in relazione alla reale necessità, per il porto di Savona - Vado, di implementare l'offerta di aree e infrastrutture di servizio alle merci, all'opportunità di estendere le relazioni con l'area geografica più interna e di integrare la propria funzione con quella del porto di Genova per la creazione di un sistema portuale e della logistica in grado di competere con i porti del nord-europa e di collaborare per lo sviluppo dei traffici nel Mediterraneo occidentale con Barcellona e Marsiglia.

Ogni ipotesi di sviluppo del porto e della funzione logistica presuppone comunque il rafforzamento dei collegamenti interni ed in particolare della direttrice Savona-Valbormida-Alessandria intesa anche come alternativa di gronda alla direttrice costiera. Pertanto si dovranno realizzare gli interventi già programmati nel breve periodo sulla direttrice Carcare-Predosa relativamente alla viabilitàstatale e si dovrà predisporre uno studio di fattibilità per una nuova infrastruttura stradale o autostradale. Sulla stessa direttrice sono indispensabili interventi di potenziamento della rete ferroviaria peraltro già programmati.
Nel medio periodo sulla direttrice Savona - Genova occorrono interventi sull'autostrada e la ferrovia che segnano attualmente livelli di criticità tali da rendere impraticabile ogni ipotesi di ulteriore incremento del traffico merci.

 
torna